Lancia il Tuo Business Online in Soli 7 Giorni

Il traffico attraverso il tuo sito web è carente e vuoi sapere come risolvere questo problema? Bene, ecco la risposta per te - il Posizionamento SEO!


Con quasi 1,2 miliardi di siti web attivi all'inizio del 2022, far vedere il tuo sito web può sembrare un compito impossibile.


A differenza delle circostanze normali, il traffico è buono.


Tu vuoi che ci sia traffico - ma se la destinazione è troppo difficile da trovare, tutti torneranno indietro, o andranno da qualche altra parte.


Quindi, devi rendere il tuo sito web più accessibile fornendo al traffico dei percorsi più facili e diretti.


In circostanze normali, un esempio di soluzione è la costruzione di un'autostrada, in modo che il tuo pubblico abbia un percorso dritto e veloce direttamente al tuo business.


Nel marketing digitale, chiamiamo queste autostrade tattiche di ottimizzazione dei motori di ricerca.


Se usato correttamente, puoi portare il tuo sito web in cima alle classifiche in pochissimo tempo.


Ecco un articolo che ti insegna tutto quello che devi sapere sul Posizionamento SEO, in particolare tutte le migliori pratiche che ogni principiante SEO morirebbe per avere!

1. Posizionamento SEO: Cos’è la SEO?

Cos’è la SEO?

Il posizionamento SEO è definito come il processo di elevare il tuo sito web nella sezione organica dei risultati di ricerca.


Questa è la sezione non pagata e differisce dalla sezione a pagamento che si trova in cima.


Il 70-80% dei ricercatori ignora gli annunci a pagamento e passa direttamente ai risultati organici.


Quindi, non solo è più economico concentrarsi sui risultati organici, ma potrebbe anche portare più traffico.


Il problema con la sezione organica è che per avere successo, hai bisogno che il tuo sito web si posizioni il più in alto possibile.


Solo sulla prima pagina, i primi 5 risultati organici rappresentano il 67,6% di tutti i clic.


Quindi, se la tua pagina non è posizionata in alto, non hai molte possibilità di ottenere molto traffico.


E per la maggior parte delle aziende, più traffico equivale a più soldi.


Ecco perché ogni azienda ha bisogno di una strategia di marketing SEO.


Ma, non preoccuparti - ecco perché abbiamo tattiche di Posizionamento SEO che possono migliorare drasticamente le tue possibilità.

1.1. Come funziona un motore di ricerca?

How does a search engine work

Per capire questi metodi, bisogna innanzitutto capire come funzionano i motori di ricerca.

  • Crawling

Prima ancora che una ricerca abbia luogo, i motori di ricerca inviano una squadra di web crawler (chiamati anche spider) per setacciare internet alla ricerca di contenuti rilevanti, che siano testi, video, PDF o immagini.


Per efficienza, i crawler trovano i link rilevanti e poi cercano quelle pagine web per altri link, seguendoli e ripetendo il processo.

  • Indexing

Una volta fatto, i web crawler prendono tutti gli URL che hanno raccolto e li aggiungono all'indice del motore di ricerca.


Questo è un enorme database di tutti i contenuti organizzati in modo che nel momento in cui un utente preme invio su una ricerca, il motore di ricerca sa esattamente dove trovare le risposte.


Questo indice viene poi visualizzato nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP)

  • Ranking

I motori di ricerca classificano il contenuto nell'indice per assicurarsi di ottenere il contenuto più rilevante nel modo più veloce.


Utilizzando un algoritmo in costante miglioramento, i motori di ricerca hanno una serie di criteri in base ai quali classificano il tuo sito.


I motori di ricerca cercano autorità, pertinenza e fiducia.


Nonostante l'algoritmo che cambia, ci sono alcune cose fisse che i motori di ricerca danno la priorità:

  • Parole chiave: contenuti che contengono le parole chiave della ricerca in quanto mostrano la rilevanza.
  • Contenuto: un contenuto di valore e di qualità stabilisce l'autorità in un argomento.
  • Link: l'uso di backlink e interlink dimostra che il contenuto è degno di fiducia in quanto altre fonti possono corroborare il vostro contenuto.
  • User Experience (UX): la tua esperienza utente influenza il modo in cui l'utente interagisce con il tuo sito e dice ai motori di ricerca se meriti o meno un alto posizionamento.

I principi principali di una strategia di Posizionamento SEO circondano questi concetti e li usano a tuo vantaggio, usando l'algoritmo del motore di ricerca come linea guida.


In seguito, imparerai a conoscere queste strategie in modo molto più dettagliato.

2. Ricerca Keywords

Ricerca Keywords

Le parole chiave dovrebbero comparire in due posti durante il Posizionamento SEO - nella ricerca di un utente internet e nel tuo contenuto.


Quando un crawler esamina il tuo sito web, prende le parole chiave nella ricerca e le abbina alle parole del tuo contenuto.


Più corrispondono, più alto è il tuo ranking!


Ma poi sorge l'errore fatale delle parole chiave irrilevanti e del keyword stuffing.


Cosa faresti se cliccassi su un sito altamente classificato e scoprissi che non ha nulla a che fare con la tua query di ricerca?


Probabilmente andresti via molto velocemente!


Quando i siti cercano di manipolare l'algoritmo per posizionarsi più in alto, ma questo finisce per danneggiarli di più, si parla di tattica SEO black-hat.


La gente presume che incorporare le parole chiave in ogni frase si traduca in un posizionamento più alto.


Questo è terribilmente falso!


Non solo il keyword stuffing rovina l'esperienza dell'utente, ma è anche condannato dai motori di ricerca.


Se vieni sorpreso a farlo, puoi essere accusato di una penalizzazione da parte di Google che rimuoverà la tua pagina dalle SERP.


Quindi, quando scegli le tue parole chiave, ricordati di rimanere onesto e preciso.

2.1. Come trovare la keyword perfetta

Ora che sai cosa non fare, ecco i metodi di ricerca più efficaci per determinare le tue parole chiave:

  • Intento di ricerca
Search intent

L'intento di ricerca è l'intenzione dell'utenteogni volta che completa una ricerca.


Ci sono tre tipi di intento di ricerca:

  • Navigazionale: l'utente ha bisogno di raggiungere un sito web specifico e include frasi come "nome del brand", "recensioni", "vicino a me", "costo di" e "nome del servizio/prodotto".
  • Informativo: l'utente sta cercando di imparare qualcosa su un argomento e si concentra maggiormente su parole di domanda come "cos'è", "come fare", "come fare", "guida" e "tutorial".
  • Transazionale: l'utente vuole fare qualcosa e usa parole come "comprare", "scaricare", "ordinare", "offerte" e "in vendita".

Capire come il tuo business e i tuoi contenuti si inseriscono in questi diversi intenti di ricerca potrebbe aiutarti significativamente a trovare il giusto modo di formulare le tue parole chiave.

  • SERPs

Il prossimo metodo di ricerca va direttamente alla fonte, analizzando le pagine dei risultati dei motori di ricerca in cui stai cercando di posizionarti in alto.


Qui puoi capire tutti i modi in cui i primi classificati hanno ottenuto i loro posti.


Cerca le parole chiave che si sovrappongono nei meta titoli e presta attenzione alle diverse parole che fanno risaltare ognuno di essi.


Nota la lunghezza dei meta titoli - il 50% delle query di ricerca contiene 4 parole o più.


Inoltre, controlla la sezione "people also ask" (PAA), o la funzione di completamento automatico di una SERP per avere un'idea delle altre query di ricerca relative alle tue parole chiave, imparando ulteriormente l'intento di ricerca del tuo pubblico.

  • Volume di Ricerca
Volume di Ricerca

Il volume di ricerca si riferisce al numero di ricerche per una particolare parola chiave in un certo periodo.


Se una parola chiave ha un basso volume di ricerca, nessuno la sta cercando.


Se una parola chiave ha un alto volume di ricerca, ogni pagina web cercherà di usarla - compresa la tua concorrenza più agguerrita.


Trovare un equilibrio è la chiave qui.


Hai bisogno di una parola chiave che abbia un volume di ricerca abbastanza alto da far sì che abbastanza persone la cerchino, ma abbastanza bassa e specifica da non avere una concorrenza troppo alta.


Si potrebbe guardare alla difficoltà delle parole chiave con una metrica che valuta una parola chiave su una scala da 0 a 100.


Più alto è il punteggio, più difficile è il primo posto su quella parola chiave.


Qualcosa da notare sul volume di ricerca: il volume di ricerca per una parola chiave cambierà anche a seconda del periodo dell'anno.


Per esempio, Halloween sale alle stelle verso la fine di ottobre, ma scende di nuovo un paio di settimane dopo.

2.2. Strumenti gratuiti per le parole chiave

Strumenti gratuiti per le parole chiave

Scegliere le tue parole chiave può ancora sembrare un compito arduo, ma, fortunatamente per te, ci sono alcuni strumenti incredibili su internet per aiutarti!

2.2.1. Google Keyword Planner

Google Keyword Planner è di solito il punto di partenza per la sua semplicità e accessibilità.


Conoscendo prima un po' la tua attività, Google Keyword Planner offre un sacco di informazioni ampie e utili sulle parole chiave scelte.


Capire ogni bit di informazioni e imparare cosa fare con esse può essere difficile, quindi ecco una guida su come usare Google Keyword Planner per aiutarti.

2.2.2. Google Trends

Google Trends ha un approccio più unidimensionale alle tue parole chiave, concentrandosi su quando e dove le parole chiave vengono utilizzate.


Questo può essere uno strumento essenziale quando si pianifica il contenuto per abbinare le tendenze nel corso dell'anno.

2.2.3. Answer The Public

Answer The Public è perfetto per la ricerca di query di ricerca.


Splendidamente visualizzato, Answer The Public crea mappe mentali complete, separando le frasi delle parole chiave in domande, preposizioni, confronti e lettere.

2.2.4. Scout Suggest

SEO Scout ha uno strumento gratuito di suggerimento di parole chiave chiamato Scout Suggest.


Anche se è uno degli strumenti meno conosciuti per le parole chiave, questo certamente non lo rende meno efficace.


Scout Suggest si rivolge anche alle query di ricerca, organizzandole in gruppi e abbinandole ad altre parole chiave, in modo da poter restringere ulteriormente la scelta delle parole chiave.

2.3. Strumenti a pagamento per le parole chiave

Strumenti a pagamento per le parole chiave

Questi strumenti hanno l'ovvio vantaggio di essere gratuiti, ma non lasciate che questo scoraggi gli strumenti a pagamento per le parole chiave.


Alcuni di essi valgono davvero i soldi in più!


Come Ahrefs e SEMRush per esempio.


Anche se Ahref offre anche un generatore di parole chiave gratuito, non ha niente a che vedere con quello vero - il Keyword Explorer.


Ecco una breve panoramica delle caratteristiche di Keyword Explorer:

  • Migliaia di suggerimenti di parole chiave.
  • I dati possono provenire da 10 diversi motori di ricerca e 171 paesi del mondo. Volumi di ricerca accurati.
  • Un punteggio di difficoltà delle parole chiave più altre metriche utili come la "metrica del click".
  • Un cercatore di "argomenti genitori" per la tua parola chiave
  • Panoramica delle SERP e storia delle posizioni.

Iscrivendosi, non si ottiene solo una funzione per le parole chiave ma tutti gli altri servizi che Ahrefs offre.


Il piano tariffario offre quattro diverse opzioni, che vanno da $99 a $999 al mese.


SEMRush offre non uno, ma quattro funzioni di ricerca delle parole chiave.


Vale a dire, Keyword Overview, Keyword Magic Tool, Keyword Manager e Organic Traffic Insights - ognuno offre una prospettiva unica.


Come Ahref, per avere accesso agli strumenti di ricerca delle parole chiave, è necessario acquistare l'intero pacchetto che viene fornito con strumenti per sostenere ogni aspetto del tuo business.


Con tre piani diversi, i prezzi di SEMRush vanno da $119,95 a $449,95 al mese.


Ecco un articolo informativo che confronta Ahref e SEMRush per aiutarti a capire meglio entrambi.


Usare questi strumenti per capire meglio le tue parole chiave e come usarle darà ad ogni principiante SEO un vantaggio in più rispetto al resto della concorrenza.

3. Creazione di Contenuti

Creazione di Contenuti

Come disse una volta Bill Gates, "Il contenuto è il re!".


Il contenuto è diventato uno dei modi principali per ottenere l'esposizione del tuo business.


Infatti, il 72% dei marketer online dicono che il content marketing è la loro tattica SEO più efficace.


Puoi vederlo tu stesso - prova a cercare qualcosa in un motore di ricerca e vedi cosa salta fuori.


C'è un'alta probabilità che si tratti per lo più di blog, articoli, recensioni, riviste, video, immagini, elenchi o infografiche.


Il contenuto domina le SERP, quindi hai bisogno che il tuo contenuto sia completamente ottimizzato per essere in grado di competere.

3.1. Creare contenuti sia per gli utenti che per i motori di ricerca

Creare contenuti sia per gli utenti che per i motori di ricerca

Adatta il tuo contenuto solo ai tuoi utenti, il tuo contenuto non sarà mai abbastanza alto per essere visto.


Se ti rivolgi solo ai motori di ricerca, nessuno vorrà leggerlo, aumentando la frequenza di rimbalzo e, in definitiva, abbassando il tuo ranking.


Ecco il vostro dilemma - come fare per soddisfare sia gli utenti che i motori di ricerca?


Una frase che è vera sia per gli utenti che per i motori di ricerca; "la qualità è la chiave!"


Bene, cominciamo con l'utente, meglio conosciuto come il tuo pubblico di riferimento.


Il tuo pubblico di riferimento è il gruppo di persone che hanno il potenziale per acquistare la tua offerta.


Devi identificare e conoscere il tuo pubblico di riferimento per personalizzare meglio il tuo contenuto.


Il modo migliore per farlo è la ricerca - imparare tutto quello che puoi sui tuoi clienti attuali e sulla tua concorrenza, usando parole chiave, SERP, pagine web, sondaggi e focus group.


In seguito utilizza queste informazioni per indirizzare direttamente il tuo pubblico creando contenuti specificamente pensati per loro.


Ecco altre cose importanti da tenere a mente:

  • Lunghezza del contenuto: gli studi hanno dimostrato che gli utenti preferiscono contenuti di forma lunga tra le 2000 e le 5000 parole.
  • Formattazione: incorporando spazi bianchi e facendo uso di diversi stili di testo e liste, puoi migliorare drasticamente la leggibilità del tuo contenuto.
  • Aggiornamenti regolari o contenuti evergreen: scegli di aggiornare regolarmente i tuoi contenuti in modo che rimangano rilevanti, o creare contenuti evergreen in modo che rimangano rilevanti per un lungo periodo.

Anche se il tuo posizionamento sui motori di ricerca dipende molto dalla tua esperienza utente, ci sono anche alcuni approcci tecnici che i motori di ricerca apprezzeranno.


Le parole chiave, come ormai sapete, sono qualcosa che i motori di ricerca cercano sempre, ma vediamo alcuni degli altri modi.

3.1.1. Rafforza i tuoi meta titoli, H1, meta descrizioni e sottotitoli

Strengthen your meta titles

Questi tre termini potrebbero sembrare la stessa cosa, ma conoscere la differenza tra loro e sapere come usarli può fare o distruggere la tua strategia di Posizionamento SEO.


Una cosa che hanno in comune è che fanno tutti parte del codice HTML e sono conosciuti come tag HTML.


Ci sono criteri di questi meta tag che i motori di ricerca favoriscono.


Ecco la ripartizione:


Meta titolo


Questa è la prima cosa che un utente vede della tua pagina web su una SERP.


La struttura più efficace del tuo meta title è di 50-60 carattericompresi gli spazi dove metti la tua parola chiave primaria all'inizio.


Per esempio, il meta titolo di questo articolo è "Posizionamento SEO: Impara Le Tecniche Fondamentali del 2022".


H1


Il tuo H1 è il primo titolo che si trova nella parte superiore della tua pagina web e deve essere diverso dal tuo meta title.


Di solito è un po' più lungo e usa parole chiave a coda lunga.


L'H1 di questo articolo è "Posizionamento SEO: Impara Le Tecniche Fondamentali del 2022".


Meta descrizione


Questo è un riassunto della tua pagina web e viene spesso visualizzato sotto il meta title sulla SERP.


Mantenendola tra 50-160 caratteri, dovresti usare le tue parole chiave e un linguaggio accattivante.


La meta descrizione di questo articolo è: "Posizionamento SEO in modo serio, con contenuti di qualità e tattiche aggiornate. Vieni a scoprire di più leggendo la nostra guida super approfondita.


Sottotitoli


Queste sono costituite dalle tue intestazioni H2 e H3.


Le H2 sono usate per spezzare il contenuto in modo da rendere più facile la scansione e la lettura, enfatizzando le informazioni importanti.


Le H3 sono di solito dei sottopunti all'interno delle H2 che si possono espandere rapidamente.


Per esempio, "creazione del contenuto" è un H2, e "Rafforza i tuoi meta titoli, H1, meta descrizioni e sottotitoli" è un H3.

3.1.2. Ottimizza le immagini

Ottimizza le immagini

Aggiungere immagini al tuo contenuto non è solo per la decorazione, ma può creare un altro sentiero per il tuo contenuto.


Per prima cosa, devi scegliere il formato giusto - quelli comuni sono JPEG, PNG e WebP.


Poi, se la tua immagine è troppo grande, inizierà a rallentare la tua pagina web, il che è un incubo per il Posizionamento SEO!


Puoi usare uno strumento di compressione delle immagini per evitare questo errore fatale.


Anche il nome del file è molto importante - tienilo semplice con una struttura "keyword1-keyword2-keyword3".


Infine, quando scrivi l'attributo alt o il testo alternativo, ricorda che questo è l'unico modo per i motori di ricerca di "vedere" la tua immagine e, quindi, devi renderlo il più accurato possibile.

3.1.3. Semantica

Semantica

La semantica è definita dallo studio dei significati.


In termini SEO, significa la pratica di aggiungere più significato al tuo contenuto concentrandosi di più sugli argomenti che sulle parole chiave.


Lo scopo è quello di estendere la portata delle tue pagine web e renderle più rilevanti per le ricerche, comprese tutte le ricerche future.


Ecco cinque aspetti del SEO semantico:

  • Scrivere contenuti attuali: puoi farlo espandendo le tue parole chiave per includere parole chiave correlate sotto lo stesso argomento che corrispondono a parole chiave più rilevanti.
  • Considera le domande correlate: anticipando la prossima domanda che il tuo utente potrebbe fare, puoi rispondere direttamente o inviarlo a un'altra pagina che risponde attraverso un link.
  • Usa diverse variazioni della stessa frase chiave: che si tratti di una "s" aggiunta dopo una parola o la sostituzione di una parola, questa variazione aumenta le tue possibilità di corrispondenza con le parole chiave dell'utente.
  • Ottimizza per la ricerca vocale: se usi più parole chiave a coda lunga, hai più probabilità di corrispondere alle sempre più popolari query di ricerca vocale.
  • Punta al ranking #0: questi sono gli snippet di contenuti che appaiono in cima a una SERP ma non fanno parte del sistema di ranking e si ottengono rispondendo bene a più domande all'interno di un argomento.

3.1.4. Scegliere argomenti, non parole chiave

Choose topics not keywords

Anche se la ricerca delle parole chiave è uno strumento inestimabile per ogni aspetto della SEO, ci sono alcune aree in cui concentrarsi sulle parole chiave può essere dannoso.


Come con il tuo contenuto, per esempio.


Non vuoi creare un nuovo pezzo di contenuto per ogni singola parola chiave, altrimenti, scriverai praticamente la stessa cosa ogni volta.


Diciamo che scrivi un post sul blog su "come sbarazzarsi dell'acne" e poi un altro su "come sbarazzarsi dei punti bianchi".


Il contenuto e le parole chiave per ciascuno di questi post si sovrapporranno notevolmente, e molto probabilmente finiranno per competere l'uno contro l'altro.


È qui che entra in gioco la scrittura di contenuti topici.


Quando scrivi contenuti topici, puoi mescolare queste due parole chiave a coda lunga e altre per creare contenuti basati su un argomento generale piuttosto che su un concetto specifico.


Questo significa che è più probabile che tu abbia una corrispondenza con più parole chiave, aumentando la rilevanza e il ranking del tuo post.

3.1.5. Usa links interni ed esterni

Use internal and external links

Anche se i link interni ed esterni sono per lo più aggiunti al contenuto per aiutare l'utente a saperne di più, giocano anche un ruolo sottile nelle tattiche SEO.


I link interni rimandano a pagine web all'interno del tuo sito.


Questi giocano un ruolo essenziale per il web crawler, che seguono i link interni sempre più in profondità nel tuo sito, aumentando il numero di pagine web indicizzate sul tuo sito.


Questo è ovviamente vantaggioso, posizionandoti più in alto e rendendo più veloce la comparsa della tua pagina web al termine di una ricerca.


I link esterni vengono creati quando si collega un altro sito web al tuo contenuto.


Facendo questo, migliori la tua affidabilità, in quanto l'utente crede che tu sia un esperto imparziale e onesto che ti dà qualche punto in più dal motore di ricerca.


I motori di ricerca si fanno anche un'idea migliore di ciò che riguarda il tuo contenuto, analizzando il contenuto che colleghi.


C'è anche la speranza che qualcuno abbia allegato un link esterno al tuo contenuto, il che fa miracoli per raggiungere altre persone.

3.2. Delegare la creazione di contenuti

Delegate your content creation

Come puoi vedere, l'ottimizzazione dei motori di ricerca non è uno scherzo.


Probabilmente ti starai chiedendo: "Come diavolo riuscirò a fare tutto questo?".


Ma non sei solo.


Ci sono vantaggi inestimabili nel creare un team di contenuti e nell'imparare a delegare i diversi compiti.


Un altro vantaggio di avere un team di contenuti è che si possono impiegare scrittori di contenuti che sono specializzati in diversi aspetti del business.


C'è anche l'opzione della collaborazione, dove il lavoro di squadra fa funzionare il sogno, portando completamente il contenuto al livello successivo.


Anche se si può essere tentati di gestire il contenuto come piace a te, è utile avere prospettive diverse e più occhi per impedire che gli errori passino inosservati.

4. SEO Audit

SEO Audit

Anche se questi consigli dovrebbero mandarti dritto sulla tua strada verso il primo posto in classifica, niente è perfetto la prima volta... o la seconda, e la terza, e la quarta.


È qui che un regolare controllo SEO è utile.


Può anche tenerti sotto controllo se ti sembra che il tuo SEO stia perdendo la strada.


Un audit SEO è una valutazione standard del tuo sito web su come è visibile ai motori di ricerca, quindi la sua capacità di apparire nelle SERP.


Ci sono alcune informazioni essenziali di cui avrai bisogno per completare un audit SEO completo, quindi passiamo attraverso la guida passo dopo passo.

4.1. Posizionamento SEO: audit strumenti

SEO audit strumenti

La prima cosa di cui avrai bisogno per completare il tuo audit SEO sono alcuni strumenti estremamente necessari:

  • Strumenti per i webmaster Ahrefs

Ahrefs ha fatto un favore enorme agli imprenditori di tutto il mondo offrendo un ampio strumento di verifica SEO: Ahrefs Webmaster Tools.


Meglio ancora, è gratuito per chiunque possieda un sito web!


Questo fornisce una panoramica generale della vostra salute SEO:

  • Esamina più di 100 problemi comuni e dà consigli su come risolverli.
  • Raccoglie una lista di backlink che portano al tuo sito web.
  • Analizza le parole chiave che ti portano più traffico.

Nonostante la sua limitata capacità di controllo, ti dà dati profondamente profondi nelle aree in cui lavora.

  • Google Search Console

Spesso paragonato allo strumento Ahrefs, Google Search Console (GSC) è un altro strumento gratuito da aggiungere al tuo arsenale.


Con il vantaggio di venire dalla mente di un motore di ricerca, l'obiettivo di GSC è quello di renderti visibile sulle SERP.


GSC è specializzato in:

  • Confermare che Google può trovare e scansionare la tua pagina
  • Indagare lo stato del tuo indice e richiedere una reindicizzazione se necessario
  • Visualizzare i dati di traffico
  • Avvertirti quando Google si imbatte in problemi sul tuo sito
  • Trovare tutti i backlink che portano al tuo sito

Offrendo una prospettiva leggermente diversa e interna, ci sono sicuramente informazioni preziose che possono essere ottenute da Google Search Console.

  • Pagespeed Insights

Un'altra creazione gratuita di Google, Pagespeed Insights si concentra sulle prestazioni della tua pagina webe fornisce istruzioni approfondite su come migliorare.


Tuttavia, con tutto il gergo altamente specifico, può essere abbastanza difficile capire i tuoi risultati, quindi ecco una guida per capire Pagespeed Insights.

  • GTmetrix

L'obiettivo principale di GTmetrix è la performance del sito e combina i dati di Pagespeed Insights e di un altro strumento di controllo SEO, YSlow, per darti un rapporto accurato.


GTmetrix offre anche generosamente tutti i tipi di consigli e trucchi per far funzionare il tuo sito in modo ottimale.


Sfortunatamente, la versione gratuita è limitata al punto di essere inesistente, ma GTmetrix ha tre piani tariffari che vanno da $10 a $40 al mese.


È possibile utilizzare questi strumenti per eseguire un audit SEO efficiente e completo.

4.2. Il tuo core web vitals

Mention Home page

Come per il tuo corpo, dovresti controllare regolarmente i parametri vitali del tuo sito web per assicurarti che tutto funzioni correttamente.


Ci sono tre principali parametri vitali del web:

  • Largest Contentful Paint (LCP):
  • Ritardo del primo ingresso (FID):
  • Cumulative Layout Shift (CLS):
  • Questo misura la stabilità visiva del tuo sito.
  • Il tuo CLS dovrebbe rimanere sotto 1.0 sulla metrica.
  • Per mantenere basso il tuo CLS, assicurati che i tuoi annunci abbiano un posto separato e definito sulla tua pagina web, includi gli attributi di dimensione sulle tue immagini e video, e non inserire mai il contenuto sopra altri contenuti.

Questi tre elementi vitali misurano la velocità della tua pagina e l'esperienza dell'utente (UX).


Se non sono all'altezza, puoi garantire che il tuo ranking ne soffrirà.

4.3. Codici di errore

Codici di errore

Non c'è niente di più irritante e poco professionale che cliccare su un link, eccitati per quello che si potrebbe trovare, e poi essere colpiti da "404 error: page not found".


Gli "errori 302" possono essere altrettanto negativi quando hai reso il tuo sito disponibile sotto più URL, ma i reindirizzamenti semplicemente non funzionano.


Puoi essere sicuro che l'utente sarà rapidamente reindirizzato molto lontano dal tuo sito.


Gli errori di link rotti e reindirizzati non solo rovinano l'esperienza dell'utente, ma impediscono anche ai web crawler di scansionare più a fondo il tuo sito, influenzando significativamente il tuo ranking.


Usate il controllo SEO per mettere mano a questi errori.


Altri due errori importanti a cui prestare attenzione sono gli errori 4xx e 5xx.


Gli errori 4xx indicano che c'è stato un problema da parte dell'utente- se l'utente non è autorizzato a entrare nella pagina, richiedendo una pagina che non esiste, o facendo troppe richieste.


L'errore 404 broken link rientra in questa categoria.


Ecco una lista degli errori 4xx e i metodi per risolverli.


Gli errori 5xx mostrano che c'è un problema a livello del server che impedisce alla richiesta di passare.


Google Search Console riporta effettivamente gli errori 5xx.


Lavorando attraverso questi errori, si inizia a rimuovere ogni ostacolo tra l'utente e la tua pagina web, a beneficio solo del tuo posizionamento sui motori di ricerca.

4.4. Linking interno e profondità della pagina

Linking interno e profondità della pagina

A questo punto, l'importanza del collegamento interno dovrebbe essere nota a tutti - aiuta i motori di ricerca a scansionare più pagine web da aggiungere al suo indice.


Anche se questa è già una tattica SEO di successo, può essere ulteriormente ottimizzata creando una struttura di linking interno, in particolare una struttura a silos.


Ci sono tre tipi di strutture:

  • Una struttura flat del sito web è quella in cui ci sono solo due livelli di gerarchia e tutte le pagine si collegano solo alla homepage.
  • Una struttura piramidale si ramifica continuamente come un diagramma ad albero dove la homepage si divide in categorie, e queste continuano a dividersi.
  • Una struttura a silos è quella in cui le pagine sono raggruppate per argomenti, rimandando ad una pagina centrale che alla fine porta alla homepage.

La struttura a silos è diventata la più favorita - specialmente tra i blog dove può essere facilmente divisa in temi.


Quando si esegue un audit SEO, è necessario mappare la struttura a silos, studiando i modi per ottimizzarla.


Facendo questo, sarai anche in grado di valutare la profondità della pagina.


La profondità di pagina è il numero di clic che servono per andare dalla homepage alla pagina desiderata.


Anche se è stato discusso, si pensa che più clic ci vogliono per arrivare a una pagina, meno è probabile che un motore di ricerca la scansioni.


Puoi anche conoscere le pagine orfane mappando i tuoi link interni.


Queste sono pagine che non sono collegate a nessun'altra sezionedel tuo sito, rendendo praticamente impossibile che vengano indicizzate.

5. Link building

Link building

Il link building è il processo con cui si ottiene il collegamento di altri siti web al tuo sito, creando backlink.


Questo significa che quando il loro sito viene scansionato, i crawler troveranno la strada per il tuo sito, indicizzando il tuo sito e mostrando che il tuo sito contiene informazioni rilevanti, aumentando così il suo ranking.


Inoltre ha il vantaggio di inviare più traffico al tuo sito!


Aggiungere link interni ed esterni al tuo sito è facile, ma convincere gli altri a fare lo stesso con te - questa è la parte difficile.


Due facili trucchi ti faranno partire prima di arrivare alle soluzioni più a lungo termine: la Skyscraper Technique e HARO.


Sviluppata da Brian Dean, la Tecnica del Grattacielo ti dà tre semplici passi per aumentare drasticamente il numero di backlink al tuo sito:

  • Trovare un pezzo di contenuto relativo al tuo contenuto che ha una quantità sufficiente di backlink
  • Creare un pezzo di contenuto ancora migliore che sia più utile e rilevante.
  • Contattate quelli che hanno linkato il contenuto originale e incoraggiateli a linkare il vostro contenuto superiore.

Il secondo segreto del link building è un servizio chiamato HARO che sta per "Help a Reporter".


Si tratta di un database per i giornalisti che fornisce loro fonti affidabili per le loro storie.


Contribuendo a questo servizio, ti aprirai a tante opportunità per creare backlink.

5.1. Creare partnership reali

Create real partnerships

Il networking e la creazione di relazioni reali con altre aziende nel tuo settore è incredibilmente importante.


Quando si fa questo, è possibile smettere di vederli come concorrenti e più come membri del team in cui ci si aiuta a vicenda ad andare avanti nel gioco, in particolare quando si tratta di backlinking.


Altrimenti, può sembrare che stiate costantemente inviando traffico ad altri siti web attraverso collegamenti esterni, senza che nessuno vi restituisca il favore.


Costruire nuove relazioni può sempre essere scoraggiante, quindi ecco una guida utile per aiutarti.

5.2. Guest posts

Guest posts

Il guest posting può essere un ottimo modo per espandere la tua rete, guadagnare visibilità e inviare più traffico al tuo sito.


Ma il guest posting si trova su una linea sottile che aiuta o danneggia il tuo SEO.


Questo perché i motori di ricerca come Google hanno disapprovato il guest posting subdolo puramente per il bene del link building, quindi c'è un rischio di penalizzazione.


Per evitare questo, basta assicurarsi di attenersi a guest posting di alta qualità su un sito che è estremamente rilevante per il tuo senza riempire troppi link esterni al tuo sito web.

5.3. Pagine di risorse

Pagine di risorse

Le pagine di risorse sono pagine web che elencano link utili su un argomento specifico.


Il link building delle pagine di risorse è la pratica di ottenere i tuoi link sulle pagine di risorse importanti e di essere considerato un link rilevante e utile.


Questo è un altro modo per portare traffico e costruire backlink.


Per raggiungere questo obiettivo, è necessario innanzitutto trovare pagine di risorse popolari.


Questo viene fatto usando la tua parola chiave e combinando "risorse" o "link" con essa nella query di ricerca.


Puoi poi restringere le tue opzioni guardando prima le opzioni più importanti, e poi trovare quelle più rilevanti per il tuo contenuto.


Infine, contattali.


Alcuni potrebbero trovarti perfetto e saranno felici di aiutarti, mentre altri potrebbero aver bisogno di essere più convinti.


Un trucco intelligente è quello di cercare sul loro sito web i link non funzionanti, e se ne trovi qualcuno, assicurati di portarlo alla loro attenzione.


Grati per l'aiuto, molto probabilmente saranno felici di ripagarvi aggiungendo il vostro link al loro sito.

6. Conclusioni

Imparare le migliori pratiche SEO può essere un po' travolgente a causa della sua enorme vastità.


Ma, ecco perché hai questo articolo che ti tiene la mano attraverso il processo, guidandoti oltre tutti i colpi di scena.


Ecco un rapido riepilogo per riassumere il viaggio:

  • Il SEO è controllato dal modo in cui funzionano i motori di ricerca- dal crawling, all'indicizzazione e al ranking, ogni passo gioca un ruolo cruciale nel modo in cui tu strategizzi il tuo SEO.
  • Tieni le tue parole chiave vicine - le parole chiave costituiscono le fondamenta del tuo SEO, e attraverso una ricerca intensiva e l'aiuto di alcuni strumenti, possono mandare il tuo SEO su un sentiero di successo.
  • Pensa a creare i tuoi contenuti sia per gli utenti che per i motori di ricerca, concentrandoti sul tuo mercato di riferimento e sull'aspetto più tecnico del tuo sito web.
  • Esegui regolari controlli SEO per mantenere il tuo sito a un livello ottimale utilizzando strumenti utili per valutare i parametri vitali del tuo web, i codici di errore e le strutture di collegamento.
  • Incrementa il tuo backlinking attraverso il link building facendo rete con altre aziende del tuo settore.

Ora dovresti essere sulla buona strada per diventare un esperto del Posizionamento SEO.


Ricordati solo di rimanere onesto nelle tue strategie e di attenerti alle basi!

Scarica il libro

Ottieni questa guida gratuita

Il Nuovo Sistema per Lanciare

un Business Online

Cosa imparerai:

  • Come avviare la tua prima attività online in 7 giorni
  • Come padroneggiare un'abilità online ad alto reddito
  • I segreti per scalare la tua attività al livello successivo

Odiamo lo spam. Il tuo indirizzo email è sicuro al 100%